Alcune simpatiche idee per decorare la casa nei giorni del Natale, alcune di queste idee possono essere usate anche come segnaposti per la tavola di Natale!:
Pacchettini di Natale: incartate tante scatole vuote di diverse dimensioni con carta natalizia colorata e tanti nastri argentati e dorati. Spargete i pacchettini così creati in giro per la casa e sotto l’Albero di Natale e la decorazione è pronta!

Candele di Natale: Fin dalla prima apparsa dell’albero di Natale nel salone di casa, si sono usate le candele per decorazioni. La tradizione delle candele sull’albero risale al 1600. la candela simboleggia vita e gioia in un periodo buio ed è la perfetta decorazione di Natale.

Angeli: gli Angeli sono collegati alla cultura cristiana, ma sono conosciuti anche dal buddismo, islam, induismo e ebraismo dove esseri simili agli angeli sono usati come messaggeri.

Fili argentati, d’orati, brillantini: i fili argentati erano orginariamente fatti di rame, mentre oggi sono fatti per lo più di carta. Sono posti sull’albero come decorazione di Natale e creano bellissimi riflessi tra i rami.

Con poca fatica e un pò di pratica si può rendere più accogliente il luogo dove passerete le feste di Natale.
Preparate questi simpatici lavoretti ….

candela in gel (mettila anche tra gli addobbi)

Occorrente:

GHIRLANDE DI BACCHE

GHIRLANDE DI BACCHE

che cosa occorre
Una ghirlanda di vite di circa 8 cm;
filo metallico;
un nastro rosso;
foglie di agrifoglio;
bacche.
Immagine di una ghirlanda di bacche
Come si realizza
Avvolgere il nastro intorno alla ghirlanda e fare un fiocco doppio creando un cappio molto lungo da poter appendere. Tagliare le estremità del nastro, assicurandosi che siano entrambe della stessa lunghezza.
Fissare le foglie di agrifoglio e le bacche intorno al nastro in modo da nascondere il nodo. Se necessario, infilare le foglie e le bacche con un pezzo di filo metallico per assicurarle alla ghirlanda

PIGNE DORATE

PIGNE DORATE

Che cosa occorre
Una pigna;
Una bomboletta spray di vernice color oro;
Un nastro rosso.
Immagine di una pigna dorata
Come si realizza
Porre le pigne in una scatola di cartone. Con lo spray dorato tingere le pigne, avendo cura di ricoprirle completamente. Lasciatele asciugare prima di procedere nel lavoro.
Fare un fiocco doppio con il nastro e tagliare le estremità. Fissate con la colla il fiocco sulla pigna. Appendete la pigna all’albero solo quando la colla sarà asciutta.

GLOBI FLOREALI

GLOBI FLOREALI

Che cosa occorre
Una pallina di spugna per fioristi di 5 cm;
una bomboletta di vernice spray dorata;
foglie di agrifoglio
foglie di edera con picciolo;
qualche bacca di agrifoglio;
pezzi di gipsofila;
filo metallico;
nastro rosso;
Immagine di un globo floreale

Come si realizza
Ponete nella scatola le bacche, le foglie, la gipsofila e spruzzateli con la vernice dorata. Tagliate un pezzo di nastro per fare un grosso fiocco e un cappio. Inserite quindi un pezzo di filo metallico nel nodo.
Proseguite ricoprendo la spugna prima con i nastri, quindi con le bacche e le foglie. Riempite gli spazi vuoti con la gipsofila.

PALLINE DI VETRO

PALLINE DI VETRO

Che cosa occorre
Palline di vetro trasparenti di varie misure;
Passamaneria;
Ritagli di carta con motivi natalizi;
Stencil;
Vernice spray color oro;
Centrini rotondi;
Colla;
Immagine di una palla di vetro decorata
Come si realizza
Palline con il decoupage: applicare la tecnica del decoupage per rivestire le palle di vetro con i ritagli di carta.
Palline con lo stencil : attaccare, con il nastro adesivo, la mascherina sulla palla di vetro e spruzzare la vernice spray sulle parti scoperte dello stencil. Lasciare asciugare e togliere la mascherina.
Palline di pizzo: avvolgere la palla di vetro con il centrino di pizzo. annodando con nastro colorato.
Palline fantasia: incollare sulle palle di vetro pezzi di passamaneria (nastri, cordoncini, perline, applicazioni).

Presepe (Kybbe)

La parola “presepe” significa letteralmente “mangiatoia” e per antonomasia indica la mangiatoia, la greppia, nella quale, come è raccontato nel Vangelo di Luca, fu collocato il Bambino Gesù alla sua nascita, non avendo la Santa coppia di Maria e Giuseppe trovato alloggio nella locanda.
L’istituzione tipicamente italiana del presepe (o presepio) è una rappresentazione scenica della natività di Gesù bambino.
Il primo presepe non fu realizzato da San Francesco d’Assisi nel 1223, bensì da Arnolfo da Cambio nel 1283. A questa conclusione sono giunti tutti i più grandi studiosi di presepiologia italiani e stranieri.
Da quei tempi ad oggi, Il presepe è stato realizzato in molti stili , con varie tecniche e con tutti i materiali che la fantasia può suggerire: alabastro, argento, argilla, avorio, bronzo, carta, cartapesta, cartone, cera, ceramica, conchiglie, corallo, foglie di mais, gesso, iuta, legno, marmo, oro, pietra, scorze d’albero, stucco, terracotta, vetro, rimanendo però sempre fedeli a quegli che sono gli elementi caratteristici ovvero: la capanna, la mangiatoia, il bue e l’asinello, i pastori, le pecore e in lontananza i Re Magi.

Un pupazzo di neve per il frigo

Vi occorre:
3 pompon bianchi, 2 occhietti finti, tipo bambole, un vecchio calzino rosso, un pezzo di stoffa nero, 3 piccoli bottoni neri, colla, plastilina arancione, uno stecco da ghiacciolo o un pezzo di cartone, un magnete allungato.
Come si realizza:
prendere i 3 pompon e incollarli in fila sullo stecco da ghiacciolo, pendere il vecchio calzino rosso e ritagliare una striscia di circa 20 cm di lunghezza per 3 cm di larghezza. Legare la striscia attorno ai pompon tipo sciarpa. Incollare i due occhietti alla “testa” del pupazzo e i bottoni sul “corpo”. Modellare una piccola carota con la plastilina arancione e attaccala come naso sul volto del pupazzo. Ritagliare un rettangolo dal pezzo di stoffa nero, poi chiuderlo a cilindro per farne un berretto, incollando i lembi tra loro con la colla. Sempre con l’aiuto della colla, fissarlo sulla testa del pupazzo. Incollare il magnete allungato sulla parte posteriore dello stecco.
Attendere che la colla sia bene asciutta e fare aderire il pupazzetto al frigorifero.

segnaposto di Natale
Vi occorre:
Una sfera di legno di circa 5 cm di diametro, un’altra un po’ più piccola, un vasetto da fiori alto circa 5 cm, un paio di occhietti di bambola (si trovano nei negozi di giocattoli o di modellismo), una perlina nera, un vecchio calzino rosso, forbici, pinzette, vernice nera, vernice bianca, colla.
Come realizzarlo:
Verniciare le due sfere di bianco, il vasetto di nero e lasciare asciugare bene il tutto. Incollare la sfera più piccola (testa) sulla sfera più grande (corpo) e il vasetto, rovesciato, sopra alla sfera piccola (sarà il cappello). Tagliare un pezzo di calzino, per fare la sciarpa. Farla passare attorno al collo dell’omino e incrociala sul davanti, fissando con la colla i due lembi tra di loro. Sempre con la colla, fermare la sciarpa sul petto del pupazzo. Con l’aiuto delle pinzette, incollare la perlina nera sulla pancia dell’omino, sotto la sciarpa, e i due occhi sul volto del pupazzo che potrete usare come segnaposto sul tavolo delle feste!

Calendario dell’Avvento

Vi occorre:
Fogli di carta bianca, una matita, pennarelli, colla, nastro adesivo, forbici, un foglio di cartoncino bianco di 50×40, nastro e 24 scatoline di fiammiferi vuoti
Come realizzarlo:
Su un foglio tracciare alcune strisce della larghezza di una scatolina di fiammiferi e ritagliarle. Avvolgere la scatola in una striscia e tagliare la carta di troppo. In questo modo si ottiene della carta delle dimensioni e della forma della scatola di fiammiferi. Disegnare e colorare sul foglio così ottenuto, nella parte che andrà sul lato più largo della scatolina, un numero scelto tra 1 e 24. Una volta colorata mettere la carta sulla scatola di fiammiferi e fissarla con del nastro adesivo sul retro. Poi fare la stessa cosa con le altre 23 scatolette scegliendo per ciascuna un numero diverso fra 1 e 24. Sul foglio di cartoncino incollare le 24 scatole di fiammiferi. Decorare con i pennarelli il contorno del calendario e fissare il nastro e appendere alla parete. Quando il calendario è terminato, dallo ai tuoi genitori affinché mettano alcune piccole sorprese nelle scatole. Così dal primo dicembre, ogni giorno, scoprirai un piccolo dono.

Ghirlanda di Vischio

Vi occorre:
Una ghirlanda di vite di circa 8 cm; filo metallico; un nastro rosso; foglie di vischio; bacche.
Come realizzarlo:
Avvolgere il nastro intorno alla ghirlanda e fare un fiocco doppio creando un cappio molto lungo da poter appendere. Tagliare le estremità del nastro, assicurandosi che siano entrambe della stessa lunghezza. Fissare le foglie di vischio e le bacche intorno al nastro in modo da nascondere il nodo. Se necessario, infilare le foglie e le bacche con un pezzo di filo metallico per assicurarle alla ghirlanda.

Pigna d’orata

Che cosa occorre:
Una pigna; una bomboletta spray di vernice color oro; un nastro rosso.
Come realizzarlo:
colorare la pigna con la vernice spray e appenderla usando il nastro rosso.

Biedermeier

Vi occorre:
Palline o altri pendenti trasparenti, nastri colorati, foglioline e fiorellini finti, perline, chiodi di garofano, cannello, pigne, filo di ferro sottile.
Come realizzarlo:
servendosi del filo di ferro, realizzare un mazzolino, unendo con gusto e fantasia bacche, pigne e spezie; legare alla pallina /pendente il mazzolino realizzato con una codina di topo;
nascondere la congiuntura con nastri e fiocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *